GUIDE TECNICHE - TKD Italia S.r.l. - Cabels in motion

Vai ai contenuti

GUIDE TECNICHE

IL DNA DEI NOSTRI CAVI

MATERIALI CONDUTTORI
  • Rame: tecnicamente il più utilizzato, per temperature fino a 130°C
  • Alluminio: nel caso sia necessario contenere il peso
  • Argento: per valori resistivi più bassi e forti stress chimici
  • "Fibre Ottiche": niente elettricità, solo luce

Ognuno di questi materiali ha uno specifico campo di applicazione.

COSTRUZIONE DEI CONDUTTORI
  • Conduttore rigido: composto da solo un filo
  • Conduttore flessibile: composto da più fili elementari, avvolti a strati concentrici, detto anche trefolo
  • Trefolo a strati unidirezionali: ogni strato di fili è avvolto nella stessa direzione (utilizzato nei cavi super-flessibili)
  • Trefolo a strati inversi: strati S/Z; i vantaggi sono una maggiore resistenza meccanica alla trazione e allo schiacciamento

                                                         

FLESSIBILITA' DEL CONDUTTORE
La flessibilità del conduttore è il risultato di due componenti fondamentali nella costruzione del trefolo:
  • il passo di cordatura
  • la classe del trefolo

Il passo di cordatura è la distanza tra un punto della spirale e il punto successivo in cui la spirale ritorna nella stessa posizione geometrica
  • per condizioni estreme di torsione: passo di cordatura lungo
  • per condizioni estreme di piega: passo di cordatura corto



Le sollecitazioni meccaniche nella zona di curvatura si riducono avvolgendo i conduttori i maniera elicoidale

La classe del trefolo è definita dal numero e dalla sezione dei fili elementari che costituiscono il trefolo
  • Classe 6: trefolo super flessibile
  • Classe 5: trefolo flessibile
  • Classe 2: trefolo leggermente flessibile
  • Classe 1: trefolo rigido
LA PLACCATURA
Rame TPC (stagnato), SPC (argentato) e NPC (nichelato): per temperature di lavoro rispettivamente fino a 200°C, 260°C, oltre i 260°C.
  • In fase di produzione impedisce che il rame reagisca con alcuni materiali utilizzati come isolanti
  • Durante l'utilizzo previene l'ossidazione alle alte temperature
  • Garantisce un eccellente conduttività alle alte frequenze
  • Facilita notevolmente le operazioni di saldatura

MATERIALI DI SCHERMATURA
  • Calza di rame stagnato: schermatrura per frequenze da basse a medio-basse, per applicazioni flessibili
  • Schermo in foglio di alluminio: schermatura per frequenze da medio-alte ad alte, per applicazioni in posa fissa

CRITERI DI APPLICAZIONE
  • Resistenza chimica: resistenza agli oli (minerali, emulsioni, biologici), resistenza ai combustibili, resistenza agli agenti atmosferici, resistenza agli agenti chimici in genere.
  • Caratteristiche meccaniche: resistenza al taglio, resistenza alla flessione, resistenza alla torsione, resistenza all'abrasione, resistenza alle basse e alte temperature.
  • Impatto ambientale: non propaganti l'antincendio (CEI 20-22 II) o non propaganti la fiamma (CEI 20-35), privi di alogeni, possibilità di riciclaggio

MATERIALI "ISOLANTI"
  • Isolamento del conduttore: perchè i trefoli separati elettricamente l'uno dall'altro vengono ricoperti da un materiale adatto che prende il nome di isolamento.
  • La guaina del cavo: perchè i conduttori siano protetti, vengono poi ricoperti tutti insieme da un altro materiale che può essere uguale a quello dell'isolamento o diverso, che prende il nome di guaina



MATERIALI "ISOLANTI" UTILIZZATI DA TKD

PVCPolivinilcloruro
ADDITIVI:
  • Riempitivi
  • Platificanti
  • Stabilizzanti
P4/11Mescola di elastomero
PUR (TPE-U)Poliuretano
PEPolietilene
PPPolipropilene
CRGomma Cloroprene
SIRGomma Silicone
FEP/PTFETeflon
TPE-O/E/SElastomero termoplastico



CONFRONTO DELLE PROPRIETA' DEGLI ISOLANTI
Termoplastici ElastomeriElastomeri Termoplastici
PVCPEPTFECRSIRPUR
Flessibilitàbuonamediocre
mediocre
buona
ottima
ottima
Resistenza al taglio
buona
buona
ottima
moderata
mediocre
ottima
Resistenza all'abrasione
buona
mediocre
ottima
mediocre
mediocre
ottima
Limite minimo di temperatura
mediocre
moderata
ottima
mediocre
buona
moderata
Limite massimo di temperatura
mediocre
mediocre
ottima
buona
ottima
moderata
Resistenza agli oli mineralibuoa
mediocre
ottima
buona
buona
ottima
Resistenza alle emulsioni
moderata
moderata
ottima
moderata
buona
moderata
Resistenza agli idrocarburi
moderata
mediocre
ottima
mediocre
mediocre
buona
Resistenza ai raggi UVmoderata
buona
ottima
ottima
buona
ottima
Autoestinguenzaottima
mediocre
ottima
buona
buona
buona
Emissione di alogeni
mediocre
buona
mediocre
mediocre
buona
buona
Costo rifer. al PVC11,5408-10108-10


IL FUOCO E I MATERIAILI ISOLANTI
Per rendere auto-estinguenti i materiali isolanti, si utilizzano gli alogeni:
  • F = fluoro (teflon)
  • CL = cloro (PVC)
  • BR = bromo
  • J = iodio

I materiali privi di alogeni sono
  • PE = polietilene
  • PUR = poliuretano
  • SI = gomma in silicone

AUTOESTINGUENZA - NORME
  • IEC - Nome Internazionali; IEC 332.1/2/3
  • VDE - Norme Nazionali Germania; VDE 0472 parte 804 A, B o C (corrisponde a IEC)
  • CEI - Norme Nazionali Italia; CEI 20-35, CEI 20-22 II/II



TKD ITALIA SRL | Via Matteotti 37 | 40064 Ozzano dell'Emilia BO | CF e P:IVA 03229801208 | REA BO 502243 | ©  TKD  ITALIA  SRL 2018
                                                                                                                                                                                           tel +39 051-790636          info@tkditalia.it
Privacy Policy                                                                                                            Member of the TKH Group  |   Società controllata da TKH  ITALIA SRL
Torna ai contenuti